Fimelato 4 you

Fodera, il dettaglio che fa la differenza

Hanno la funzione di completare i capi, migliorandone la vestibilità, rendendoli più caldi o coprendone le cuciture, con l’obiettivo di aumentare la qualità e il valore economico. Possono essere utilizzate anche come rivestimento interno per ricoprire materassidivani e suppellettili vari.

La storia della fodera

La fodera nasce come appannaggio esclusivo delle classi ricche, in tempi in cui la ricchezza coincideva con la qualità della vita. Quasi tremila anni prima di Cristo solo le classi sociali alte potevano permettersi il doppio della seta. Quando più tardi, San Francesco volle dare alla povertà il senso di un vero disagio corporale, impose a sé stesso e ai suoi confratelli vesti ruvide ad un solo tessuto, che avevano quasi un contatto abrasivo sulla pelle.

Con il passare del tempo, la fodera iniziò ad assumere un ruolo più elevato, trasformandosi da una semplice tunica ad un vero e proprio rivestimento per gli interni. Da qui nasce il bisogno di utilizzare un tessuto morbido e piacevole, come la fodera, che potesse migliorare il contatto con la pelle e rendere la tunica più confortevole. All’inizio dell’ottocento si chiarisce l’incerto confine che finora è stato tra tessuti per vestiti e tessuti per fodere. Fino ad allora, la fodera non era solo funzionale ma anche estetica. L’ottocento è il grande secolo della moda, mette in prima piano la fodera, tanto che anche il cardigan di maglia pesante è rigorosamente foderato di chiffon di seta.

Successivamente, i tessuti di fodera utilizzati un tempo, come la seta e il raso destinato ai ricchi, vennero sostituiti con tessuti più economici come il cotone e fibre artificiali (poliestere, poliammide, acetato). L’obiettivo era quello di permettere anche alle classi sociali medio-basse di vestire capi d’abbigliamento confortevoli e adatti a qualsiasi stagione.

La fodera è sempre stata di grande importanza nella confezione di abiti, in particolare di quelli maschili, sia per la vestibilità del capo sia per l’apparenza. Con il corso degli anni entrò anche a far parte della famiglia dei tessuti di arredo, utilizzati principalmente per divani, sedie e materassi in fibre naturali e artificiali.

Composizione della fodera

Le fodere si possono realizzare con quasi tutte le fibre, di tipo artificiale come acetato, viscosa, cupro e sintetiche come poliestere e poliammide. Possono però essere anche in cotone, poliestere misto a cotone (utilizzate, in particolare, per le fodere delle tasche e della cintura) e lana o mischie di lana in versione liscia o pettinata.

La scelta si determina in base alla funzione che la fodera dovrà svolgere. Generalmente si utilizzano materiali scivolosi, quelli non scivolosi vengono scelti solo per il corpo e mai per le maniche. Le fodere classiche coprenti e scivolose sono realizzate principalmente in fibre artificiali, sotto forma di filamenti o bave continue, poiché in grado di offrire migliori caratteristiche di mano, scorrevolezza, aspetto e comfort. Anche le fibre chimiche sono ampiamente usate.

Le sue funzionalità

La fodera, essendo un rivestimento in tessuto, applicato all’interno dei capi ha la funzione di:

  • proteggere il tessuto, mantenendo il capo in condizioni migliori nel tempo;
  • migliorare la vestibilità, rendendo il capo più comodo all’indosso, tali da consentire al corpo movimenti più liberi e meno legati;
  • rendere il capo più caldo e pesante, attraverso l’impiego di flanella, fodere trapuntate o pellicce;
  • migliorare la qualità del capo, coprendo alla vista tutte le cuciture ed eventuali rinforzi e alzare il valore estetico, attraverso l’impiego di fodere particolari, realizzate con fibre pregiate e caratterizzate da stampe e colori brillanti.

Caratteristiche di una buona fodera

Le fodere sono generalmente realizzate con intrecci base (tela, saia, raso), attraverso l’impiego di telai a navetta. La loro classificazione viene eseguita principalmente in base al peso (leggere, medio peso, pesanti), a cui corrisponde un preciso intreccio. Si suddividono generalmente in fodere leggere, di medio peso e pesanti.

  • le fodere leggere, realizzate con intreccio tela, sono impiegate prevalentemente per foderare gonne e capispalla femminili estivi. Data la loro estrema leggerezza possono essere anche trasparenti
  • le fodere medio peso, realizzate con intreccio tela o saia, sono impiegate per capispalla estivi da uomo e capispalla invernali da donna
  • le fodere pesanti, realizzate con intreccio a raso (denominate raso o rasone), sono usate per capispalla invernali da uomo, per cappotti, nelle confezioni di pelle e nelle pellicce

Il comportamento delle fodere durante la lavorazione è di particolare importanza ed occorre porre speciale attenzione in fase di scelta dei materiali affinchè siano soddisfatte, da un lato le esigenze di lavorabilità nel ciclo industriale, e dall’altro le esigenze di idoneità all’uso da parte dei consumatori. Le caratteristiche che dovrebbe rispettare sono dunque:

  • aspetto
  • difettosità contenuta
  • regolarità del colore
  • mano
  • sfilacciamento
  • facilità di smacchiatura
  • facilità di eliminazione delle pieghe
  • scivolamento non eccessivo
  • ortogonalità delle trame regolare (dritto filo)
  • cimose regolari
  • ripiego per fodere per mezza altezza

Tipologie

I gruppi più importanti appartenenti alla grande categoria dei foderami sono i seguenti:

  • piuma e taffettà: utilizzati per abiti e capi leggeri.
  • saglie: impiegati per confezioni di medio peso.
  • rasi: abbinati a cappotti e pellicce.
  • maglina: impiegata in particolare per capi in jersey e capi sportivi.
  • operati, stampati e cangianti, moiré: che trovano prevalentemente applicazioni in prodotti giovani e per il tempo libero, aggiungendovi esclusività.
  • jacquard: ideali per prodotti personalizzati, in particolare uso di marchi.
  • stretch: ideali per capi sportswear

La giacca foderata

La fodera di una giacca da uomo rappresenta l’ultimo strato che viene a contatto con la camicia sottostante. È importante scegliere quindi una materiale in fibre naturali come il cupro, antistatico e traspirante, perfetto per essere indossato anche per molte ore nell’arco della giornata. Una giacca da sposo foderata presenta moltissimi vantaggi, in termini di comfort e di praticità. Dispone di piccole tasche interne, utili a conservare temporaneamente occhiali, accessori o documenti. Dona migliore libertà di movimento quando indossata, rendendo la vestibilità più comoda e confortevole. Infine, è la scelta più economica: una giacca senza fodera, infatti, è più costosa dato che la cura da apporre nei dettagli delle cuciture interne che rimangono a vista è maggiore.

La giacca sfoderata

Una giacca da uomo senza fodera è la scelta ideale per cerimonie che si tengono nei mesi estivi, dove il caldo richiede di indossare tessuti più leggeri e traspiranti. Se si decide infatti di indossare una giacca sartoriale in lino o seersucker, bisogna sapere che questi capi non richiedono la presenza di una fodera interna, dato che sono capi poco strutturati con un concept differente rispetto alla classica giacca da sposo. Questa soluzione è preferibile per matrimoni di stampo informale o che si tengono sulla spiaggia, che quindi richiedono un dress code meno rigoroso.

Guida alla scelta: giacca foderata o sfoderata?

L’abito da cerimonia da uomo si compone di più elementi che, nell’insieme, donano un look elegante e ricercato. La giacca realizzata su misura deve essere scelta con cura, in base alla tipologia di abito che si indosserà e alla stagione in cui avverranno le nozze. Come scegliere se acquistare una giacca foderata o sfoderata? Segui i nostri suggerimenti, per scoprire qual è l’opzione migliore per te.

Qualche consiglio di stile

La fodera della giacca da uomo deve essere necessariamente cucita a mano, per rispecchiare l’anima sartoriale di un capo realizzato su misura. Questo dettaglio determina la qualità del capo indossato, la sua resistenza nel tempo e l’eleganza dell’intero outfit. Per quanto riguarda il colore, il nostro consiglio è di sceglierne uno il più vicino possibile a quello della parte esterna della giacca oppure fortemente in contrasto: lasciati guidare dal tuo gusto personale, prestando attenzione ad evitare le cadute di stile.

La tua nuova giacca su misura sarà perfetta solo se con la giusta fodera. Contatta un nostro esperto e prenota con 30suMisura la tua video consulenza gratuita comodamente da casa!

Condividi