Fimelato 4 you

Giacca doppiopetto: must-have per l’inverno 2020/21

Per questa stagione autunno/inverno torna in grande spolvero la giacca doppiopetto, grazie e soprattutto a un ritorno della sartorialità.

Sulle passerelle molti stilisti hanno presentato la loro versione di questo capo intramontabile, togliendoli quell’alone di rigore che solitamente gli si associa attraverso colori neon, tinte pastello, vestibilità oversize, rilassate, e ricami. Nonostante questi cambiamenti nella forma e nell’estetica, il doppiopetto rimane un capo iconico che riflette la sua lunga storia.

Che cos’è il doppiopetto (o doppio petto)?

La giacca doppiopetto deve il suo nome alla tipologia di allacciatura che la caratterizza. Il doppiopetto è un’allacciatura tipica dei soprabiti eleganti dove un petto è sovrapposto all’altro. E’ solitamente formata da due file parallele di bottoni, il cui numero può variare. Solo una fila è funzionale alla chiusura mentre l’altra è puramente decorativa. Per riconoscere il numero di bottoni funzionali e decorativi si utilizza la terminologia “numero totale dei bottoni a numero dei bottoni funzionali”. 

Il modello più classico, il “6 a 2”, prevede sei bottoni di cui solo due abbottonatili. Nel “6 a 2” solitamente i bottoni non sono allineati: i due cuciti in alto sono leggermente sfasati per riprendere la curva dei rever a lancia. Questa tipologia di bavero, tipica del doppiopetto, dona un maggiore prestigio al capo grazie alla loro particolare punta rivolta verso l’alto. Per rafforzare l’allacciatura spesso viene inserito un bottone “invisibile” interno.

Altro modello famoso è quello con l’allacciatura alla “Kent” chiamato così in omaggio a colui che lanciò questo trend, principe Giorgio Duca di Kent, per poi essere reso celebre dal fratello maggiore Edoardo VIII. In questo doppiopetto “4 a 1”, il bavero del petto da sovrapporre viene fissato con il bottone più basso, mettendo così in risalto il petto e le spalle, slanciando la figura.

Quando nasce il doppiopetto?

Il doppiopetto deriva con molta probabilità dalle uniformi militari del Settecento. Fu poi ripreso dagli Incroyables, i protagonisti del Direttorio francese, che erano soliti ad abbinarlo ad ampie cravatte. Questo capo ha successivamente conosciuto il suo apice nella moda negli anni Trenta e i primi Cinquanta, dove l’eleganza classica e austera predominavano il guardaroba maschile. Per poi ritornare in scena tra gli anni Ottanta e Novanta, in cui l’uomo e la donna in carriera erano i veri protagonisti del fashion system. E’ stato ed è molto amato da personaggi noti tra cui Humphrey Bogart, Fred Astaire, Aristotele Onassis, Principe Carlo, Luca Cordero di Montezemolo, Lapo Elkann, David Beckham.

Come indossare il doppiopetto?

Occasioni formali

E’ da sempre considerato l’icona della formalità maschile per eccellenza. E’ in grado di conferire fiducia e charme a chiunque lo indossi. Per i matrimoni e i meeting di lavoro importanti, il modello a sei bottoni è l’ideale. E’ preferibile indossarlo con una camicia dal collo molto chiuso. La camicia deve essere ben abbinata al tessuto della giacca che può essere di vario tipo: macro finestrato, gessato, spigato, tinta unita, di velluto…Non ci sono limiti alla fantasia! Le occasioni formali richiedono dei pantaloni coordinati alla giacca e una cravatta, che viene messa in risalto dallo scollo profondo. La cravatta può essere sostituita anche da un papillon. Per spezzare il look o conferire un senso maggiore di raffinatezza si può optare per una pochette. Il doppiopetto di norma non prevede il gilè.

Occasioni informali

Grazie all’estro dei designer e alla necessità di vestire l’uomo contemporaneo, i modelli moderni sono più rilassati e rendono il doppiopetto perfetto anche per i momenti più casualMeglio scegliere le allacciature a due o quattro bottoni. Potete abbinare la giacca doppiopetto a dei pantaloni fantasia o anche a dei classici jeans. Per la quotidianità del lavoro una camicia semplice o un dolcevita con uno stivaletto è l’ideale. Se volete un look più disinvolto e sportivo, è meglio optare per una semplice maglietta e una sneaker.

Come allacciare il doppiopetto?

Il doppiopetto prevede solitamente l’allacciatura di un solo bottone, generalmente quello centrale, o quello più in alto nel caso di un modello “4 a 2”. Per una maggiore stabilità della giacca e dell’allacciatura si può abbottonare anche il bottone interno. 

Sta bene su tutti?

La giacca doppiopetto è un capo must-have del guardaroba maschile. Se prima era destinata solo all’uomo in carriera, ora è molto apprezzata anche dai più giovani. Il doppiopetto risponde a qualsiasi tipologia di struttura corporea, escluse quelle con i fianchi molto larghi, purché il taglio sia perfetto. E’ difatti proprio il taglio la vera discriminante in grado di adattarlo alla figura, mimetizzandone i difetti ed esaltandone i pregi. Da non dimenticare i bottoni…Il loro posizionamento è in grado di slanciare o allargare la figura. 

Disegna la tua giacca ideale!

Dalle uniformi militari settecentesche a capo essenziale delle ultime passerelle, la giacca doppiopetto è molto distante dai modelli rigidi dei tempi lontani. Puoi creare quella più adatta a te! Un nostro travel tailor sarà in grado di suggerirti e consigliarti ogni dettaglio…Anche online grazie al servizio 30suMisura

Condividi